Il colosso di Rodi

E' grande, grosso e rosso. Quando entro in bagno si muove rapidissimo, poi si ferma e mi fissa. E' lo scarafaggio piu' grande che io abbia mai visto e trova casa nel bagno della stanza che un signore al porto ci ha convinto ad accettare. Io lo guardo, lui mi guarda, e' evidente che questa e' casa sua, siamo noi gli ospiti.
La cucaracha (Blattella germanica) resistera' forse alle radiazioni nucleari ma non certo al peso delle 514 pagine della Lonleyplanet Turchia edizione 2007.
Tempo fa ho parlato con un entomologo, che oggi si ricicla come consulente per le ditte di disinfestazione, la sua piu' grande difficolta e' quella di spiegare che la maggior parte degli insetti che solitamente disinfestiamo sono innoqui e che non sono sinonimo di sporcizia.

Siamo a meno di un'ora dalle coste turche, con un traghetto nei prossimi giorni sbarcheremo a Marmarus che deve essere qualcosa di simile alla Rimini turca. Leggiamo con interesse sui giornali online l'esito delle votazioni di domenica che, secondo il Dipartimento degli Affari Esteri elvetico potrebbero rendere insicuro il soggiorno nel paese. Ma pare che non sia successo nulla di particolarmente destabilizzante, confermato Erdogan, quindi la Turchia dovrebbe procedere tranquilla nel suo processo di Europeizzazione.

Ci stiamo preparando ad entrare nel paese leggendo:
Le streghe di Smirne (di Mara Meimaridi) e La bastarda di Istambul (di Elif Shafak), ambedue molto belli ed avvincenti, soprattutto letti qui in una zona in cui si respira gia' aria orientale.

I greci non sembrano molto contenti di apprendere che noi abbiamo intenzione di valicare il confine, ci dicono che in Turchia fa troppo caldo e che i turchi sono molto scortesi con i turisti. Qui a Rodhes invece con i turisti sono fin troppo gentili e ne accolgono a bizzeffe, cerchiamo tranquillita' nelle spiagge poco frequentate. La nostra camera e' nel quartiere ebraico, a pochi decine di metri invece c'e il quartiere turco con il minareto che svetta sulla citta'.

3 thoughts on “Il colosso di Rodi”

  1. Ciao Sarah ciao Pippi,
    state bene? Il caldo e’ ınfernale, ma tanto vale iniziare ad abituarsı…

    A presto

  2. ciao viaggiatori…io la grande zarah sono appena tornata da un incontro del terzo tipo cn la spagna…sono naturalmente diventata una marocchina e diciamolo con me al vostro fianco i turchi al mercato non cercherebbero di fregarvi…comunque qui nella lugano bella fa caldo e aaaa non sapete la novità otto nuovi figli vi accoglieranno al vostro ritorno…comunque la cosa più impressionante della spagna, dopo l’acqua che sa di carnaio di lugano (lido), da un pò prima di almeria a quasi cartagena il panorama si staglia in due panorami…alla vostra destra lo splendido mare della costa del sole e alla vostra sinistra le super, mega, enormi, infinite e indefinite serre di boh fragole?pomodori?chi offre di più? é stato un evento angosciante e raccapricciante…quando sono partita avevo tutt’altre aspettatative, ma come sempre chi meglio di un viaggio riesce a stupirci?penso che la mia vacanza la si possa riassumere in 5 parole…business di tutto di più!!!sarò io che non viaggio molto…ma la voglia me la fanno proprio passare… spero stiate bene…un abbraccio zarzah

  3. Ciao Olmo,
    mi fa piacere leggere del tuo viaggio, grazie di farci partecipi senza dover subire il caldo che penso sia infernale, o sbaglio?
    Un bacione e …buona scoperta!
    Pippi

Comments are closed.