Tag Archives: molino

Volantino per serata CortoMolino 3

Venerdì 26 febbraio 2010 – 21′00

al CSOA il Molino di Lugano

Programma:
19′30 – Cena Popolare
21′00 – Selezione tiKINÒ 2009
22′00 – Tema: “In direzione ostinata e contraria”

Bocca di Rosa, il bombarolo, Marinella, il chimico, il giudice, il gorilla e il pazzo. Sono solo alcuni dei personaggi che Fabrizio de André ha cantato e ha portato alla vita con le sue ballate. Perché non provare a farci ispirare dalle atmosfere create dal cantautore genovese per i corti a tema di febbraio?

La serata (eccezionalmente di venerdì) si terrà al CSOA il Molino di Lugano (in viale cassarate 8), e sarà accompagnata da una selezione di lavori tiKINÒ del 2009.

Porta i tuoi cortometraggi a tema (ma anche fuori tema) in formato DVD.

Maggiori info qui 

Lip 2.0: c’è!

È finalmente pronto il programma ufficiale del LIP 2.0. Da metà settembre, fino a primavera proporremo 17 corsi, conferenze, presentazioni e proiezioni, sui temi più disparati: dalla sicurezza informatica alla grafica vettoriale. Dopo la piacevole edizione dello scorso anno, abbiamo deciso di ripetere apportandoci nuove ed interessanti opportunità! L’organizzazione dell’evento è curata dalla parte italofona del collettivo di Indymedia Svizzera.

Qui il programma aggiornato dei corsi

Qui i manifesti da stampare 

Perché informatica popolare
Il nostro approccio, in opposizione alla deriva repressiva e commerciale delle nuove tecnologie, consiste nella promozione e nella diffusione delle conoscenze attraverso un utilizzo critico e consapevole degli strumenti informatici che sono diventati artefatti pervasivi nella vita quotidiana di ogni individuo.

I corsi
I corsi, come sempre, sono pensati per impartire delle informazioni di base facilmente spendibili in un contesto di attivismo politico e sociale. Quest’anno proponiamo tre categorie (area sociale, area sistema operativi, area tipografia) nelle quali i contenuti dei differenti corsi si completano a vicenda. Non occorre essere degli esperti, si parte dalle basi e non occorre spendere soldi per le licenze dei programmi che impareremo ad usare, perché sono tutti programmi open source e free software! Non è necessario avere con se un computer portatile, ma può essere utile! Noi invitiamo ad usare come sistema operativo una distribuzione GNU/Linux, ma i programmi che useremo sono multipiattaforma (accessibili quindi pure su Windows e Mac OS X).
Tutti i corsi sono gratuiti, ma sottoscrizioni sono gradite! Continue reading Lip 2.0: c’è!

Caratteri resistenti – Al CSOA il Molino di Lugano

Tutte le presentazioni hanno inizio alle 20’30 – Entrata libera – Presso il CSOA il Molino di Lugano

La registrazione delle serate sarà disponibile su: scatolanera.noblogs.org

[ven 18 settembre]
Riflessioni sul razzismo a partire da tre libri pubblicati da “Sensibili alle Foglie” I dannati del lavoro – Chejà Celen – Difendere la “razza” Incontro con Renato Curcio
Tags: razzismo, istituzioni, xenofobia, integrazione

[ven 9 ottobre]
La rivoluzione ecologica, di Selva Varengo – Edizioni Zero in Condotta
Tags: ecologia, Murray Bookchin, ambiente, controllo demografico, anarchismo Continue reading Caratteri resistenti – Al CSOA il Molino di Lugano

Il Molino… vaffanbagno!

L’accesso pubblico al lago è un diritto. Lo dice la costituzione, lo dice il piano direttore cantonale, lo dicono tutti. Parole vuote senza conseguenze alcune. In tutti questi anni non un pezzetto di riva è stato restituito ai legittimi proprietari ; la popolazione. Anzi peggio: a bordo lago si continua a costruire. «Il privilegio di vivere nel lusso» campeggia in un cartello che indica nuovi condomini a bordo lago nel golfo di Agno, la Piodella, in territorio di Muzzano. Il privilegio del furto di un bene comune perpretato dagli arroganti, che forti del dio denaro, la natura e gli esseri umani disprezzano.

Oggi il privilegio dell’accesso all’acqua, diritto imprescindibile e fonte di vita per ogni essere umano, produce unicamente guerre e privazioni. Con l’acqua si specula e ci si arricchisce. E tuttattorno alla fortezza Europa nell’acqua si muore: esodi per fuggire dalla miseria che si arenano per raggiungere "il sogno occidentale. Il tutto con la complicità delle autorità competenti e nel disinteresse generale.

Al resto, alla plebe, a noi tutti, cosa resta? Chi vive nel sottoceneri lo sa bene: il casoro di Figino e la foce di Lugano (quando polizia e securitas permettono).

Nulla di più. Tutto il resto sono rive cintate per difendere ville occupate due settimane l’anno. Lorsignori stiano però attenti; i pirati son tornati.Riprendiamoci le spiagge, riprendiamoci i nostri diritti.

 > Qui foto e comunicato