Tag Archives: festival

L’anno del maiale al Festival di Cinema Rurale “Corto & Fieno”

Il documentario L’Anno del Maiale verrà proiettato al Festival di Cinema Rurale “Corto & Fieno” nei comuni di Ameno, Miasino e Pettenasco, sul Lago d’Orta.

L’obiettivo del Festival è di indagare, attraverso i modi e le forme del cinema, la persistenza del rurale nella società contemporanea; ha lo scopo di raccogliere testimonianze dal mondo rurale e di promuovere un recupero delle tradizioni della terra in chiave innovativa, attraverso il coinvolgimento delle nuove generazioni.

Corto e Fieno non vuole essere apocalittico o nostalgico; non rimpiange l’esistenza bucolica dei tempi passati e non demonizza la vita moderna. Corto e Fieno riflette sulla dialettica tra ruralità e progresso, esplorandone le implicazioni virtuose e viziose, evidenziandone i conflitti e soppesando le possibili soluzioni.

Il programma con i dettagli delle proiezioni è qui la scheda del film invece è qui e il trailer qui.

Ricordi di qui e d’altrove i primi 10 anni del Festival di narrazione, Arzo (2010)

A pochi giorni dall’inizio del XIII Festival di Narrazione di Arzo, mettiamo online il documentario realizzato nel 2010 in occasione del decennale che ripercorre i primi 10 anni di questa magnifica avventura. Altre interviste ai narratori ospiti del Festival sono raccolte in questa pagina apposita.

Attorno al Festival internazionale di narrazione di Arzo (festivaldinarrazione.ch), in questi 10 anni si sono raccolte una lunga serie di vicende, esperienze ed emozioni. Realizzare un documentario su questo tema significa incontrare le narrazioni personali, strettamente legate con il vissuto autobiografico, delle persone che lo hanno animato. Attraverso una narrazione collettiva, composta da un corale mosaico di interviste a narratori e organizzatori si scopre la genesi del Festival, l’esigenza di confrontarsi attraverso lo strumento teatrale su temi sociali, riscoprire le proprie radici, le difficoltà e le diffidenze iniziali, le dinamiche organizzative orizzontali e antiautoritarie, il successo dei primi anni, le creative soluzioni organizzative e le prospettive per il futuro. Continue reading Ricordi di qui e d’altrove i primi 10 anni del Festival di narrazione, Arzo (2010)

Proiezioni estive

Ancora due occasioni dove vedere “Al film dal Nicolin

Martedì 3 luglio, a partire dalle 21’30 al Film Festival Centovalli ad Intragna (Piazza Principale)
Giovedì 5 luglio, a partire dalle 20’30 al Longlake Festival a Lugano (Ex Macello)

Inoltre, altre proiezioni di cortometraggi a cui ho partecipato

Lunedì 2 luglio, a partire dalle 21’30 al Film Festival Centovalli ad Intragna: Jump, di Bindu de Stoppani

Martedì 3 luglio, a partire dalle 21’30 al Film Festival Centovalli ad Intragna: Tapperman, di Alberto Meroni

Mercoledì 4 luglio, a partire dalle 21’30 al Film Festival Centovalli ad Intragna: Aria, il volo di Giovanni Bassanesi

Mercoledì 4 luglio, a partire dalle 21’30 al al Longlake Festival a Lugano (Ex Macello): “E’ mio!”, di Erik Bernasconi

Tutte le proiezioni sono ad entrata libera.

Continue reading Proiezioni estive

Claudia Cardinale quando ride si piega un po’ di lato

È uscito UNO di settembre. Come passa il tempo.

Stefano, il mio coinquilino, si è ritrovato la sera che premiavano la Claudia Cardinale al Festival di Locarno senza un posto a sedere in piazza. Allora ha provato ad entrare nel ring, che è quella zona delimitata riservata ai VIP (o presunti tali) e agli sponsor, che rimane spesso parzialmente vuota. Grazie alla sua proverbiale caparbietà è riuscito ad entrare e sedersi. Hanno premiato la Claudia Cardinale, e poi lei è andata a sedersi nel ring, proprio una fila di sedie davanti a Stefano. Dopo la premiazione c’era un film giapponese ed è quindi salito sul palco il regista giapponese che parlava in giapponese con una traduzione simultanea in francese. Stefano seduto nel ring stava aiutando una ragazza indiana appena conosciuta a capire quanto succedeva sul palco, traducendo dal francese all’inglese. Claudia Cardinale, sentendo vociare alle spalle si è voltata stupita e, con sguardo lusinghiero e un grande sorriso, ha chiesto a Stefano “Ma tu parli giapponese?”. Stefano, contraccambiando il sorriso, ha spiegato a Claudia Cardinale che stava soltanto traducendo dal francese. Poi inizia il film, che è un film da ridere. Stefano ride. Anche Claudia Cardinale ride e ogni volta che ride si volta di tre quarti come a gettare uno sguardo ammiccante a Stefano. Stefano è inizialmente un po’ imbarazzato da tutto questo interesse da parte di Claudia Cardinale, anche perché “C’era una Volta il West” è uno dei suoi film preferiti e li Claudia Cardinale era proprio bellissima e la scena in cui fa il bagno nuda nella tinozza piena di schiuma l’aveva turbato parecchio nel corso dell’adolescenza. Stefano decide di lasciarsi andare e di contraccambiare i sorrisi e inizia a riflettere sui suoi pregiudizi rispetto al sesso con persone anziane. In fondo Claudia è ancora una donna piacente. Ma dopo un po’ Stefano si accorge che non è lui che sta guardando, ma che è una specie di tic di Claudia Cardinale, e che quando ride si piega un po’ di lato.

Interviste ai narratori del Festival di Arzo

A seguito della realizzazione del documentario Ricordi di qui e d’altrove. I primi 10 anni del Festival di narrazione di Arzo, abbiamo voluto proseguire il dialogo con i narratori che ogni anno partecipano al Festival di Arzo, raccogliendo diverse interviste ricche di storie, luoghi e riflessioni sulla narrazione.

Oltre a essere visibili online su di un sito dedicato: narrazione.noblogs.org saranno proiettate sabato 27 e domenica 28 agosto 2011, in diversi momenti nel corso della giornata, nella Corte dei Corti.

Tutte le info sul festival sono qui: festivaldinarrazione.ch