Category Archives: Video

Raccolta di video e immagini in movimento varie

Intervista su Timmagazine

Screen Shot 2016-09-12 at 23.00.16Signore, signori e gatti, dopo la mia uscita estiva al Film Festival di Locarno, il cinema mi è entrato, come dire, sotto pelo e per la ripartenza autunnale ho scelto di invitare nella mia comoda cuccia un talento nostrano. Un regista che noi tutti conosciamo per i suoi documentari. Il signor Olmo Cerri! Vi dirò, ha un musetto simpatico e, non appena arrivato, mi ha subito detto «ehi gatto diamoci del tu!» Amo tanto la formalità che crea quella giusta distanza tra voi umani e moi le chat, ma Olmo mi ha saputo conquistare.

Leggi l’articolo sul sito di Timmagazine
Scarica l’articolo in pdf: Olmo-Cerri-et-le-chat-blanc1

Continue reading Intervista su Timmagazine

Dogma 16

1) Basta con gli sfocati!
2) No, il cielo non ha quel colore lì. A meno che non sia in corso una guerra nucleare.
3a) No, non tutti i maschi hanno la barba e i baffi hipster. Il fatto che tutti i tuoi amici siano fatti così non vuol dire niente.
3b) Esistono anche donne che non sono modelle. È duro da accettare, lo so.
3c) Esistono anche persone senza tatuaggi. Sono dei fucking eccentrici.
4) No, la vita vera non è così. Quella è la pubblicità di un profumo.
5) Il drone è davvero necessario? Davvero, davvero?
6) Perché quello slow motion? Cazzo!
7) Fra l’alba e il tramonto restano un sacco di ore di luce in cui puoi girare.
8) Non tutte le grafiche che usi devono sembrare l’insegna di una pasticceria berlinese.
9) Il tracking, ancora? Cazzo!
10) Esiste un mondo al di là del tuo ombelico e dell’ombelico dei tuoi amici rapper.

Aggiornamenti e suggerimenti:

11) Il mondo era meglio senza goprò! (Ligato)

The ballad of Johnny Boy

Era un po’ che avevo in mente di fare un video con le immagini che il Davide Pinardi aveva fatto importare all’Ema. Erano rimaste su un hardisk. Gliel’ho chiesto e lui non ha avuto nulla da ridire. Anzi!

Erano decine di cassettine, miniDV con tutti quei video che in tutte le famiglie si fanno. Natale. Recite scolastiche. Compleanni. Vacanze al mare. Immagini della neve dalla finestra di casa. Gite. Cuccioli di animali. Piedi. Autoritratti allo specchio. Immagini che ognuno di noi ha girato, o almeno, che ognuno di noi ha un parente che ha girato. Sono subito estremamente familiari. Grazie a Terry Blue (al secolo Leo Pusterla) con il suo bellissimo brano, ho avuto l’occasione giusta per lavorarci su. Per parafrasare il regista cileno Patricio Guzman: una famiglia senza video di Natale è come un paese senza documentaristi. Ecco.

Questo il risultato.


Continue reading The ballad of Johnny Boy